tricopigmentazione-prima-dopoDal greco “τριχός” ossia capelli e dal latino “pingere” ovvero dipingere, colorire.
Nel linguaggio informale viene comunemente definito “il tatuaggio dei capelli”.

Si tratta di una tecnica all’avanguardia, non invasiva, che tramite l’introduzione di un pigmento specifico, consente di nascondere cicatrici ed inestetismi e di mascherare calvizie, alopecie e perdita di capelli sia nel caso in cui i capelli siano rasati o lunghi.

Da quasi vent’anni, all’estero, è una pratica conosciuta ed applicata con successo.
In Italia è stata introdotta più recentemente e al momento, pochissimi studi hanno strumentazioni e personale per effettuarla a regola d’arte.

Parliamo di un fenomeno in continua ascesa: l’effetto finale è naturale e confortevole, la spesa inferiore al trapianto di capelli e ad altre pratiche più invasive, l’intervento più rapido e indolore.

Esistono vari tipi di tricopigmentazione: totale, parziale, permanente, semi permanente, effetto rasato, effetto densità, copertura cicatrici… Ogni tipologia nasce dall’esigenza di risolvere una specifica problematica: difatti la Tricopigmentazione può essere sia un completamento della chirurgia (complementare al trapianto di capelli ad esempio), ma più spesso ancora una correzione degli inestetismi legati ad ogni genere di calvizia (cicatrici dovute ad ustioni o a incidenti, alopecia androgenetica di medio-grandi dimensioni, alopecia cicatrizzante).

La scelta di quale soluzione eseguire è molto personale, dipende dalle problematiche che si hanno e dalle esigenze individuali.

La tricopigmentazione è una soluzione efficace contro la calvizia, grazie ad essa si possono ottenere ottimi risultati o grandi miglioramenti in modo non invasivo e risolutivo.

Scegliere su internet, senza neanche una consulenza, quale tipologia si adatta di più alle proprie caratteristiche è estremamente difficile.
Il web poi, è pieno di informazioni inesatte, sedicenti venditori di questi servizi hanno cominciato di recente ad invadere i social, rimane sempre più arduo barcamenarsi tra le notizie mendaci e i dati reali.
Molti di loro “sponsorizzano” una tipologia piuttosto che un’altra, magari perché l’azienda dove lavorano effettua una sola tipologia.
Trattandosi di un argomento legato al benessere personale è importante informarsi e decidere avendo tutte le possibilità a disposizione.

Parallelamente (o forse conseguentemente?) a questo incremento, le alopecie, la calvizie e gli inestetismi cutanei in testa vengono visti come un problema insormontabile da sempre più persone.

Che tu abbia subìto un intervento al cranio, abbia una stempiatura evidente o un problema di diradamento, hai sicuramente riflettuto sull’idea di una tricopigmentazione.

Di cosa si tratta?
È adatta a me?
È dolorosa?
Risolverà la mia problematica?
Il risultato sarà naturale?

Se stai leggendo questo articolo, è molto probabile tu ti sia posto queste domande.

Vediamo insieme cos’è la tricopigmentazione nel dettaglio, quali sono i costi, le differenti tipologie e valutiamo pro e contro.

COS’È LA TRICOPIGMENTAZIONE

La tricopigmentazione è un trattamento specifico mirato al rinfoltimento dei capelli o alla copertura della calvizie, tramite la simulazione della tonalità cromatica del capello.

Grazie a dei micro-depositi di pigmenti simili a quelli da tatuaggio, l’effetto finale è del tutto identico al follicolo pilifero, eccetto per la tridimensionalità.

Nel caso della copertura della calvizie per un effetto “rasato” vengono inseriti nel derma superficiale del cuoio capelluto delle piccole quantità di pigmento (questi pigmenti specifici che vanno da 0,5 a 0,7 millimetri di grandezza), al fine di ricreare l’effetto naturale del capello nella fase di crescita dopo una rasatura. In questo modo una testa completamente priva di capelli, sembrerà ricoperta da capelli molto corti.

Mentre nel caso di un rinfoltimento di capelli già esistenti (naturali o trapiantati) una testa diradata apparirà più densa grazie alla riduzione dello stacco cromatico tra capelli e cute. la grandezza dei micro-punti effettuati può arrivare fino ad 1,3 millimetri.

L’ago usato durante il trattamento è ideato appositamente per somministrare un piccolissimo quantitativo di colore, grazie alla sua peculiare punta liscia e parete ruvida, l’equipment è attrezzato di tutta la strumentazione necessaria per poter trattare in base a spessore e sensibilità della pelle, tutte le zone del capo del paziente.

Blue Agency collabora con strutture in continua formazione che offrono questo servizio in Italia a costi vantaggiosi. Le nostre cliniche sono in grado di affrontare ogni tipologia di calvizie, che si trattasse di una perdita di capelli momentanea, o definitiva, localizzata in determinate zone del capo o su tutta la testa. Ovviamente il numero delle sedute necessarie è da valutare caso per caso e dipende dal tipo di diradamento, dal tipo di pelle del paziente ed anche dalla cura che il soggetto trattato presterà nel periodo post-trattamento.

Molto dipende dalla situazione specifica della persona che effettua il trattamento e dalle sue preferenze.
Non si tratta di un trattamento doloroso, sicuramente ognuno ha la propria soglia del dolore e molto spesso è possibile richiedere pomate anestetizzanti ma diciamo che la sensazione percepita è molto più simile ad un fastidio.

Il risultato ottenuto è immediatamente visibile, la durata della seduta dipende dall’ampiezza della zona da trattare.

Parliamo di una pratica efficace sia nella sua versione permanente che in quella semipermanente, purché effettuata da operatori qualificati!

Tricopigmentazione Costi

A seconda del tipo di trattamento da effettuare, la tricopigmentazione ha costi differenti.

Una tricopigmentazione semi permanente ha costi più bassi ma reiterati nel tempo, perché necessita di continuo mantenimento.

Una tricopigmentazione permanente ha costi maggiori ma non ha spese di mantenimento.
Chiaramente, maggiore sarà la zona da coprire e maggiore sarà la spesa da sostenere.
In genere il cranio viene suddiviso in 7 fasce di prezzo, da quella base (che vedremo) ogni zona in più vengono aggiunti dai 300€ in su.

Facciamo l’esempio della cosiddetta “chierica”:
Una tricopigmentazione semi permanente, che copre solo la zona alla sommità del capo può venire dai 750,00€ in su. (compresa iva, mantenimento escluso.)
È difficile quantificare la spesa totale di una tricopigmentazione semi permanente perché il numero di sedute di mantenimento variano da caso a caso.

Una tricopigmentazione permanente, sempre su questa zona, ha una durata di almeno 8-10 anni ed un costo a partire dai 2000€ in su. (ma senza spese di mantenimento!)

Una variabile da valutare è anche il luogo dove si effettua il trattamento.
Esiste molta differenza economica tra l’Italia e l’estero e tra le varie città italiane.
La cosa fondamentale è rivolgersi a professionisti qualificati che si presentano come tali, il rischio di un lavoro eseguito male o peggio, di qualche brutta sorpresa è dietro l’angolo!

Per quanto riguarda le spese di mantenimento, ci si aggira tra i 300-400€ a seduta, la frequenza con cui farle non ha un dato generale, è una valutazione che va fatta con il professionista che ti segue.

Tricopigmentazione Permanente

Quali sono le sostanziali differenze tra una tricopigmentazione permanente e una semi-permanente?
Entrambi i trattamenti vengono svolti introducendo una quantità controllata di pigmenti nello strato superiore del cuoio capelluto, usando le stesse attrezzature e tecniche di esecuzione.
La particolarità della tricopigmentazione permanente è il tipo di pigmento utilizzato.
Il nostro sistema immunitario, nell’arco di un anno circa, riesce ad espellere corpi estranei di dimensione minore di 20 micron dalla pelle.
I tatuaggi e la tricopigmentazione permanente diventano “indelebili” perché superiori a questa misura, quindi difficili da espellere per il nostro sistema immunitario.

In giro per il web si trovano moltissimi articoli di settore discordanti:

Qual è il trattamento migliore da eseguire? Permanente sì o permanente no?

Come già detto, non esiste una verità assoluta su quale sia la pratica migliore da scegliere, l’età di chi si sottopone al trattamento, il tipo di calvizie o alopecia e molti altri fattori influenzano la scelta.

Tralasciando completamente la parte economica, è chiaro che chi ha molto tempo per sé può permettersi di fare una seduta di mantenimento una volta all’anno.
Chi cerca una soluzione definitiva che gli permetta di “archiviare” la problematica come risolta per un bel po’ di tempo è più idoneo alla pratica permanente. Anche se bisogna chiarire che la tricopigmentazione permanente non avrebbe comunque durata a vita, ma di 8-10 anni al massimo.

tricopigmentazione opinioni

Per quanto riguarda i feedback per questa tecnica, sono tutti piuttosto positivi.
Per avere un parere univoco e valido sempre bisognerebbe valutare caso per caso, qual è la situazione iniziale, se l’operatore che l’ha svolto è qualificato, dove viene svolto il trattamento, qual è l’obiettivo finale…e una serie di variabili difficilmente verificabili.
In generale, tra coloro che si sottopongono al trattamento il miglioramento principale è psicologico, riguarda la sfera personale.
Ci siamo presi la briga di porre la domanda a due utenti a caso, tra coloro che avevano appena subito il trattamento.
Ecco le loro risposte:

Simone, 34 anni, provincia di Roma.
“Da quando ho effettuato la tricopigmentazione la qualità della mia vita è letteralmente cambiata.
Può sembrare una sciocchezza per chi non ha mai avuto problemi di alopecia areata come me, personalmente sono rinato dopo il trattamento.
Guardarmi allo specchio e non vedere più la stessa persona di qualche mese fa mi fa sentire meglio, ho meno problemi al lavoro e ho acquisito maggiore autostima.
È una scelta che rifarei un milione di volte!”

Laura, 48 anni, Brescia.
“Quando ho effettuato il trattamento ero a disagio, in fila vicino a me vedevo solo uomini.
Avendo subìto un’operazione in testa ero spaventata fosse doloroso un ago sulla mia cicatrice, mi sbagliavo.
Nessuno vede più il taglio che sempre più spesso nascondevo sotto il cappello, vivo la mia vita in modo più sereno e non sono costretta a raccontare tutti i giorni la mia storia personale privata.
Altro aspetto che mi spaventava era che la tricopigmentazione rovinasse i bulbi dei miei veri capelli, era un’altra paura infondata.”

Sicuramente, l’effetto migliore del trattamento è quello che produce a livello di autostima!

tricopigmentazione problemi

Se volessimo stilare una lista di “contro” a questa pratica, dovremmo sicuramente tenere conto che:

– per la tricopigmentazione ad effetto “rasato” i capelli devono essere tagliati non appena crescono, per coprire lo stacco della ricrescita;
– al tatto la pelle risulterà comunque liscia, non essendoci tridimensionalità;
– prima di qualsiasi seduta (permanente o semi) vanno sospesi per qualche giorno i medicinali ad uso topico come lozioni e creme;
– le donne in gravidanza o allattamento, le persone con neuropatie e/o cardiopatie gravi devono astenersi dal trattamento;
– è proibito bere alcolici il giorno del trattamento, già dal mattino;

La lista di benefici, come avrai dedotto è assai più ampia.

Studi recenti hanno dimostrato che l’ago sullo strato dermico del cuoio capelluto crea richiamo del sangue in superficie (iperemia) che per l’alopecia può significare la ricomparsa di lanugine nelle zone precedentemente glabre.

Da non trascurare il fatto che è sempre possibile continuare eventuali utilizzi di lozioni topiche e microfibre di creatina, cosa che le altre soluzioni chirurgiche non permettono.

Non si tratta di un’operazione chirurgica e non necessita convalescenza, si può tornare alla propria vita di sempre già 5 minuti dopo la seduta!

È l’unica vera e propria soluzione alla copertura delle cicatrici sul cranio, grandi o piccole che siano.

Se ti senti a posto con il tuo corpo, ma la “pelata” non ti piace e il tuo obiettivo estetico è il look “rasato” è la soluzione migliore alle tue esigenze.

È senza ombra di dubbio la soluzione più economica, pratica e veloce del settore.

Ti sei deciso? Spero di essere riuscito a dissipare ogni dubbio in merito!

Tricopigmentazione Effetto Rasatotricopigmentazione-effetto-rasato

 

Tricopigmentazione Aumento Intensità Capelli
tricopigmentazione-densita-capelli

Tricopigmentazione per Copertura Cicatrici
tricopigmentazione-copertura-cicatrici